ov1locandinaicoOverland 1 "Roma – New York via terra", la prima fase dell'impresa, è stata felicemente portata a termine nel 1996, dopo cinque mesi di viaggio e un percorso totale di quasi 32.000 km, per la maggior parte in totale assenza di strade. Overland 1 ha affrontato la durissima traversata da Roma a New York, che ha portato quattro camion Iveco 330.30 6×6 attraverso l'Europa, la Russia, la Siberia, l'Alaska, il Canada e gli Stati Uniti sfidando i rigori dell'inverno polare. Questa difficile ma entusiasmante prova di resistenza umana e tecnica è stata raccontata nel corso di un documentario che ha totalizzato ben 5 milioni di spettatori e un primato di ascolto del 33% di share in seconda serata.

{loadposition galleryov1} {loadposition more1}

Overland 1

La prima fase dell”impresa è stata felicemente portata a termine nel 1996, dopo cinque mesi di viaggio ed un totale di quasi 32.000 km per la maggior parte su terreno ghiacciato in assenza di strade. Overland 1 ha affrontato la durissima traversata da Roma a New York, che ha portato quattro camion Iveco 330.30 6×6 attraverso l”Europa, la Russia, la Siberia, l”Alaska, il Canada e gli Stati Uniti sfidando i rigori dell”inverno polare. Questa difficile ma entusiasmante prova di resistenza umana e tecnica è stata raccontata nel corso di un documentario che ha totalizzato ben 5 milioni di spettatori ed un primato di ascolto del 33% di share in seconda serata. Overland 7
Overland riapre il baule dei ricordi in cui sono riposti i momenti più belli delle sue spedizioni in giro per il mondo creando una serie, in cui l’avventura dei camion arancioni faccia da filo conduttore per una trasmissione più specificamente orientata alla scoperta dei paesi attraversati. Ritorno in Siberia. Overland torna in Siberia a dieci anni dalla leggendaria prima spedizione. L’avventura è quella di allora. Il freddo, il ghiaccio, le sterminate distese gelate sono le stesse. Per la stagione 2004 Overland si propone in una veste nuova, che coniuga l’avventura più amata della televisione con temi di attualità.Le spettacolari immagini di quella prima, grande impresa ripropongono l’emozione della sfida estrema ed allo stesso tempo, grazie all’utilizzo di materiale aggiornato, offre un ritratto più ravvicinato di un paese che in dieci anni ha abbandonato la via del socialismo per un percorso di rinnovamento difficile e controverso, del quale sarà possibile realizzare un affascinante parallelo tra quello che era e ciò che è. Filo conduttore della nuova trasmissione saranno naturalmente le avventure dei camion arancioni.