Sergio Bianchi - Anni 59 - Bregnano (Co)

Dopo una lunga vacanza in Sud Africa mi trovo in questa bellissima avventura. In realtà non è stata una mia scelta, ma un obbligo, perché, in quanto fisiomassoterapista, dovevo massaggiare la Daniela...e la cosa non è che mi dispiaccia....
Questo obbligo mi è stato imposto dai fratelli Pozzi, gli organizzatori, i quali, se non faccio il mio dovere (piacere), mi rispediscono in Sud Africa.
Non sono nuovo a questo tipo di esperienze: quando venne proclamato Papa Giovanni Paolo II ho partecipato, con Gianni Pozzi, alla fiaccolata che, partita dal Santuario di Chestokova, ha raggiunto in bici Roma. Qui, in Vaticano, abbiamo avuto udienza con il Sommo Pontefice e ci siamo diretti alla Madonna del Ghisallo, dove è stata depositata la fiaccola, che ardeva anche a Chestokova. Nei primi venti giorni della Ciclomaratona Como-Pechino, nonostante qualche acciacco, tipico della mia età, ho gustato molto la tappa albanese Valona - Saranda dove io e Angelo (Paganoni) siamo stati tutto il giorno "in fuga". Siamo sempre i migliori!!!
Grazie ai fratelli Pozzi e a Giulio Mauri che mi hanno spinto in questa bellissima favola. Ringrazio inoltre tutti i miei più cari amici e amiche e tutti quelli che ci sostengono con i loro messaggi sul nostro sito.
Sergio Bianchi

Stampa