Stefano Savio - Anni 58 - Como

UNA LETTERA SEMPLICE, MA ANCHE COMMOVENTE, BELLA ED ANCHE MOLTO EDUCATIVA CHE IL COMASCO DOTT. STEFANO SAVIO COMPONENTE DEL GRUPPO SINO AD ISTAMBUL SI E´ SENTITO IN DOVERE DI TRASMETTERE AGLI AMICI-COMPAGNI DI VIAGGIO APPENA RIENTRATO DA ISTAMBUL. GIUSTO RIPROPORLA ESSENDO OLTRE CHE VERITIERA ANCHE MOLTO UMANA. DICE:

Ciao Ragazzacci,

amici di tanta fatica e di tanto benessere interiore. Il mio rientro alla realtà ospedaliera è stato tanto drammatico quanto voi mi mancate. Vivere l´avventura, "ciclista" con voi, mi ha completamente estraniato dalla ripetitività quotidiana e dall´essere comuni.

L´eccezionalità di quanto abbiamo vissuto insieme, e andrete a vivere nei prossimi mesi, è straordinaria ed è continuamente riaffermata dallo stupore incredulo delle persone che ho incontrato e dal loro voler sapere tutto quanto è successo.
Ci invidiano tutti, ma penso che pochi abbiano il coraggio e la forza d´animo di affrontare tante difficoltà come voi state facendo.

Alessia e Piaso (ormai rassegnato ad accettare l´inconveniente ed a riprendere il più in fretta possibile) mi hanno confermato che il vostro morale è alto e l´entusiasmo ancora vivo. Non mollate mai, ma se necessario accettate qualche compromesso con voi stessi. Non è una colpa se finalizzato all´obiettivo Pechino. Sapete come la penso, anche se sembro il grillo parlante (ruolo che, forse avete capito, male mi si accorda).
Ora una parola a ciascuno di voi.

-Generale Alberto la truppa ti è fedele? Sono sicuro di sì perché sei una persona eccezionale e non si fa uno sforzo a volerti bene. Tieni il pungolo sempre bene affilato ed usalo se necessario!

-Luogotenente Sandro Sironi: se cercano di rubarti il fischietto alza la tua voce grossa e ti porteranno rispetto.

-Ciao Carlino, mio angelo custode, sempre attaccato alla mia maglia per non farmi sentire solo! Sei stato molto buono con me, come anche tutti gli altri, ma tu più di tutti. Mi dai una spinta? Ora ne ho bisogno più che mai.

-Giussani, riservato e silenzioso, la tua figura atletica mi è sempre presente; qualche volta ho cercato di imitarti, ma il tutto si è esaurito nel pensiero. W la fantasia.

-Danielina wonder woman, inesauribile fonte energetica e di allegria. Solare nell´aspetto e nell´animo, come le pile che nascondi da qualche parte. Qualcuno ti coccola un po´? Un abbraccio ed un bacio gigante.

-Sergio Bianchi, bel ragazzone anni ´60, dove ti fa male oggi? Non bere vino perché ti fa venire subito sonno. Massaggia Daniela altrimenti Gianni (Pozzi) ti fa rientrare!

-Franco, oh Franco, uomo locomotiva attento a non emettere fumo dalle orecchie altrimenti ti attaccano i furgoni per risparmiare benzina.

-Angelino, mangia, mangia e rimangia ancora, tanto non ingrassi! Potessi io...

-Gianni Astice, sempre non mai domo, gambe non mai stanche: ma come cavolo fai. Ho concluso che di notte ti bombi di nascosto con bottarga e filo e feru. Come va il coro dei mamuttones? -Bordin, pedala e pedala, ma attento alla strega sempre pronta a darti un bel colpo alla schiena. In caso di ricaduta fatti massaggiare da Corbellini.

-Tommaso, orso Yogi, come stai? Ti prendi cura e proteggi la masnada di casinisti che ti fanno sempre incazzare? Tanto poi sorridi perché così è la tua indole e sai che loro hanno bisogno di te. Ciao.

-Sandrino, tieni un po´ di pozioni magiche per quando ritornerò; altrimenti mi porterò appresso Unicum e saranno cavoli vostri.

-Giuseppe il "cine Asta" come va il gioco notturno della scopa? Prima di usare la mia bici riposati e vedi di non fare sesso nei tre giorni precedenti.

-Paolino, filma tutto, anche Giuseppe quando si addormenta sulla cinepresa fingendo di riprendere.

-Michel ti ho poco conosciuto, ma hai l´occhio sveglio. E´ sotto controllo il casino che c´era sul tuo furgone?

-Corbellini, continua a spianare tutte le salite e la mattina partiranno tutti contenti ...poi si vedrà!

Grazie per le belle parole di saluto che mi hai riservato.

GAMBE AVANTI TUTTA !

Un abbraccio a tutti quanti voi amici miei, sono con voi sempre.

Con affetto sincero.

Stefano


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------



Como Istambul 3000 chilometri percorsi 22000 metri di dislivello superati!

Sono passati troppo in fretta questi 22 giorni vissuti fra persone ed eventi eccezionali. Tanta fatica, moltissima soddisfazione, allegria tanta, amici carissimi tutti quanti.
Domani termina la mia fantastica avventura in cui ho superato ogni mia aspettativa ciclistica ed in cui mi sono sentito di nuovo vivo, giovane e gagliardo. Grazie amici, qualche volta l"entusiasmo non e" stato sufficiente a superare le salite e tutti mi avete dato una mano, magari solo appoggiata alla schiena, ma e" stata sempre sufficiente a ridarmi vigore e voglia di proseguire. Grazie amici veri, vi lascio ma il mio cuore sara" sempre con voi sino in Cina, ancora lontanissima, ma gia" un po" piu" vicina.

Il coraggio non vi manca, la forza nemmeno. Ci rivedremo a Pechino per accogliervi vincitori!

Stefano Savio

Stampa