+39 02 87234655 | CONTATTACI | SHOP | AGENZIA VIAGGI

 

DAY 31 - La "Città blu"

20180425 110016

 

Ci svegliamo di buon'ora e dopo una bella colazione siamo pronti per visitare la città. Incontriamo il nostro contatto locale, che ci porta subito a visitare la città vecchia. Al contrario di Jaisalmer, la "old city" si trova al di fuori delle mura del forte, che visiteremo domani. Ci addentriamo nella parte più antica della città, passando per intricati vicoletti, circondati di blu.  

Le pareti di molte case sono infatti dipinte di blu, colore che dà il soprannome alla città. Questa usanza di dipingere le case, inizialmente con il colore derivato dalla pianta dell'Indaco, è risalente a molto tempo fa. Per tradizione, il blu rappresentava il colore delle famiglie “brahmini”, ma di fatto la distinzione non è più così rigida come un tempo e oltre a risplendere di una luce misteriosa, questo colore sembra avere la proprietà di tenere lontani gli insetti e rendere la casa più fresca. Entrambe però non spiegherebbero il perché venga dipinta solo una parete esterna e non tutta la struttura. La spiegazione più plausibile sembra essere che i bramini, la casta più alta, facessero dipingere la facciata della propria casa per distinguersi dalle altre caste.

  

Arrow
Arrow
Slider

 

  • /diario-di-viaggio-19/2041-day-32-dalla-citta-blu-a-quella-rosa.html
  • /diario-di-viaggio-19/2038-day-30-dal-deserto-a-johdpur-la-citta-blu.html