+39 02 87234655 | CONTATTACI | SHOP | AGENZIA VIAGGI

 

DAY 14 - Finalmente un po di Arancione!

f1526320769560

C'è aria di novità questa mattina! Sembrerebbe che finalmente Filippo sia riuscito a risolvere la questione dei veicoli e forse riusciremo a farceli consegnare oggi stesso. 
Dopo la colazione Filippo va subito agli uffici della dogana, il resto del gruppo va a fare un po' di cambusa in modo da essere pronti a partire se ci venissero consegnati. Non  troviamo granché, ma qualche pacco di pasta, fette biscottate e marmellata, riusciamo a prenderli. Prendiamo anche un po' di frutta e verdura in un mercatino, per il resto ci arrangeremo mano a mano con quello che troveremo. 

 Arriviamo al porto di Kochi dove si trova l'ufficio della dogana e lì iniziano lunghe, lunghissime ore di attesa. La lettera al Primo Ministro Modi scritta da Filippo però sembra essere stata efficace. La spinta finale dell'Ambasciata Italiana a Delhi ha fatto sì che la situazione si concludesse in tempi ragionevoli. 

Facciamo un breve pranzo in zona e poi iniziamo ad aspettare di avere notizie: ogni tanto Filippo appare, ma più che "ci vorrà ancora un po'" non ci sa dire. A metà pomeriggio Filippo chiama Ernesto, Silvano e Giannino per andare a firmare dei documenti e (forse) vedere i veicoli per portarli fuori dalla dogana. Per gli altri invece questa attesa sembra essere davvero infinita. Alcuni si addormentano, chi sull'amaca montata al volo tra due alberi, chi in mezzo ai bagagli nel pullmino, altri passeggiano sconsolati.
Verso le 18, Filippo ci chiama e ci dice di raggiungerlo: non ci sembra vero, stanno davvero rilasciando i veicoli!

Appena arrivati non ci fanno oltrepassare il cancello oltre al quale ci sono Filippo e gli autisti; anche Roberto è dovuto rimanere fuori perché è assolutamente vietato riprendere all'interno. Per qualche inspiegabile motivo non ci fanno mettere in moto  i veicoli all'interno della zona doganale, quindi dobbiamo spingerli fuori a mano. La situazione ha davvero dell'assurdo, ma siamo così felici di poter vedere e toccare i nostri veicoli arancioni che non proviamo nemmeno a discutere. Una volta spinti oltre il cancello, realizziamo davvero di avercela fatta: che emozione poter aprire i cofani e iniziare a lavorarci!

Tiriamo fuori ferri, cavi per la batteria, pompa per il gasolio e iniziamo a metterli in moto. Dobbiamo fare in fretta anche perché il cielo sta iniziando a tuonare minacciosamente. In quattro e quattro otto il nostro Silvano ha già dato un'occhiata a tutti e, a parte ricaricare le batterie di alcuni e far gasolio, i nostri cari veicoli sono pronti. Ora dobbiamo "solo" distribuire tutti nostri bagagli e le varie attrezzature che ci serviranno durante il viaggio. Carichiamo il Crafter, il nostro mezzo più spazioso guidato da Silvano, con varie taniche di additivo TUNAP che ci servirà per pulire il gasolio e con gli pneumatici di scorta. Sul California, anche quest'anno assegnato a Giannino, bisogna creare ovviamente la base per la cucina: pentole, piatti, e cambusa occupano quasi tutto il baule, lasciando un po' di posto all'attrezzatura di Robi e Enrico. Ernesto guiderà invece il Transporter, in cui per ora abbiamo messo i bagagli personali. Infine l'Amarok, il pick-up di Stak, è stato lasciato quasi vuoto, a parte un paio di taniche di gasolio. Poi verrà riempito con altre taniche, ma fino a quel momento Stak si divertirà parecchio a testarne le potenzialità.
Finito di sistemare i vari veicoli, tutti in colonna... Si parte!

Iniziamo finalmente a guidare nel traffico indiano, di cui ci eravamo già fatti un'idea da passeggeri. In poco tempo i nostri piloti si sono già adeguati agli standard indiani: clacson ad ogni occasione e non dare la precedenza praticamente a nessuno sono le due regole principali. Dopo circa due ore di guida arriviamo in hotel, a metà strada tra Kochi e Periyar, la nostra destinazione di domani. Ceniamo in albergo ormai alle 23, dopo qualche brindisi all'arrivo dei  nostri veicoli i letti ci chiamano a gran voce...

È stata una giornata lunga e pesante, ma che è terminata con un grande successo, e un sospiro di sollievo da parte di tutti, ma specialmente del nostro Filippo.

 

Arrow
Arrow
Slider

  • /diario-di-viaggio-19/2022-day-15-attenzione-alle-scimmie.html
  • /diario-di-viaggio-19/2020-day-13-mi-scusi-conosce-una-lavanderia-da-queste-parti.html