+39 02 87234655 | CONTATTACI | SHOP | AGENZIA VIAGGI

 

Day 4 - Alla scoperta di Kochi e...cena in riva al mare!

DAY 4 Reti cinesi al tramonto

 

Oggi abbiamo in programma di visitare Kochi.

La nostra guida passa a prenderci per le 9.30 per andare a visitare il Museo della Marina di Kochi, che custodisce numerosi reperti riguardanti l'epoca del colonialismo portoghese.

Ci dirigiamo poi alla Chiesa di San Francesco. Troviamo lì davanti una bancarella che vende i cocchi e non resistiamo, beviamo il succo, davvero dissetante, e poi ne mangiamo la polpa. Uno spuntino rinfrescante ci voleva proprio con questo caldo! 

 

 Entriamo nella chiesa e rimaniamo inizialmente un po' sgomenti dalla semplicità di questo luogo, totalmente spoglio a parte qualche incisione sulle pareti. Non siamo abituati a questo genere di chiese, ma questo fa cogliere ancora di più il vero spirito semplice e genuino, caratteristico della religione cristiana. Si tratta della chiesa più antica costruita da Europei in territorio indiano; qui  si trova la tomba dove ha giaciuto il corpo di Vasco Da Gama, deceduto proprio a Kochi, durante il suo terzo viaggio in terra indiana. Le sue spoglie vennero, 14 anni dopo la morte, trasferite a Lisbona.

 

La fame inizia a farsi sentire e andiamo a pranzo in un ristorante sul mare. Ordiniamo vari piatti da condividere, in modo da assaggiare un po' di tutto: pollo con curry, del maiale cucinato con varie verdure e spezie e dei calamari in un gustoso sughetto. La guida ci spiega che tutto quello che stiamo mangiando, come gran  parte delle preparazioni indiane, è cucinato con latte di cocco, che conferisce quella cremosità e sapore tipici di qui.

Ci rechiamo poi alla città vecchia di Kochi, dove passiamo un po' di tempo a girare per le viuzze e a vedere i negozietti di spezie, abiti, gioielli. È una zona molto turistica, è la prima volta che vediamo così tanti occidentali da quando siamo qui!

Veniamo attirati dalla vetrina di un negozio che espone incensi di tutti i colori e oli profumati e il proprietario ci mostra come viene fatto: in una specie di mortaio viene mischiata la polvere profumata (noi abbiamo scelto il sandalo) con gomma naturale polverizzata e resina. Unendo poi dell'acqua si crea una pasta morbida e appiccicosa in cui viene rotolano uno stecchino di bambù. Dopo essere stato lasciato seccare al sole, l'incenso naturale è pronto per essere usato. Acquistiamo un mix di incensi di vari essenze, per portare a casa il profumo di questo meraviglioso Paese.

Sta quasi per tramontare il sole e dobbiamo assolutamente correre a godere di questo spettacolo sul mare, dove ci sono le "reti cinesi" molto utilizzate per pescare. I colori sono stupendi e, nonostante delle nuvole di passaggio, ammiriamo il calar del sole circondati da pescatori, gente locale e qualche turista. Girovagando durante le riprese notiamo una bancarella che vende proprio il pesce che poco prima è stato pescato... Basta un attimo per accordarci sulla cena: la guida ci informa che è possibile comprare il pesce e farlo cucinare da un'altra bancarella per poi cenare sulla spiaggia.

Detto, fatto! Non ci pensiamo due volte e dopo aver scelto cosa mangiare, ci facciamo prestare la piastra della bancarella; il nostro Giannino si mette all'opera e cucina per noi gamberoni, calamari e il pesce. Gustiamo questa deliziosa cena su tavoli in riva al mare al lume di candela... Davvero suggestivo!

Sazi e soddisfatti, torniamo in hotel a riposare dopo questa lunga giornata.

 

Arrow
Arrow
Slider

  • /diario-di-viaggio-19/2009-day-5-un-festival-con-protagonisti-alquanto-insoliti.html
  • /diario-di-viaggio-19/2007-giorno-3-da-trivandrum-a-kochi-via-treno.html