+39 02 87234655 | CONTATTACI | SHOP | AGENZIA VIAGGI

 

Mariella Franzè

"Itala porta con incredibile disinvoltura i suoi 100 anni; Gli ottoni lucidi, le bandiere che sventolano allegre. Procede sicura sulla strada che da Novogorod porta a Tver protetta dai camion arancione, da una fiammante “500” e da una smagliante moto Ducati guidata da una risoluta Tenente dei Carabinieri.
Si attraversa la verde taiga che con le sue piccole isbe mostra le sue vestigia della vecchia Russia vicino al moderno che avanza.
Molti ci superano ma poi rallentano incuriositi dalla nostra coloratissima carovana.
Vi lasceremo a Mosca con rimpianto avendo vissuto l’indimenticabile esperienza di un viaggio affascinante con un team professionalmente ineccepibile ma altrettanto allegro e affiatato,

Buon viaggio Overland!!!"

StampaEmail

Agostino Gentilini

AGOSTINO GENTILINI gigante buono della sezione di Brescia del CLUB ALPINO ITALIANO imprenditore , commerciante nel settore dei ricambi per automobili, alpinista, grande appassionato di OVERLAND, nasce a Brescia nel 1927. Gli amici di Overland gli dedicano questo doveroso spazio nell"anno degli.....ottanta !!!! che lui non si sente addosso anche se le fatiche del lavoro dell"alpinismo dei viaggi lo hanno stressato costantemente. Sempre disponibile sempre pronto ad aiutare chi seriamente ne ha bisogno , dotato di una rara capacità organizzativa e commerciale ha creato dal nulla, con molto intuito nell"anno 1956 la soc. GEA che gli è valsa negli anni l"ambito riconoscimento di Maestro del lavoro e del Commercio. Se questa attività gli ha dato una buona solidità economica non ha mai ostentato le sue possibilità ma è rimasto con i piedi come si suol dire "per terra. L"ambizione maggiore che ha dominato tutta la sua vita sono stati l"alpinismo e i viaggi.

Leggi tutto

StampaEmail

Giancarlo Corbellini

Nato nel 1945 a Cereseto Monferrato, ordinario di lettere e storia presso gli Istituti Magistrali Maffeo Vegio di Lodi e Virgilio di Milano, é professore a riposo dal settembre 1989.
Laureatosi nel 1968 in geografia, Corbellini si é subito dedicato alla ricerca geografica sul campo organizzando e dirigendo una ventina di spedizioni alpinistico-scientitiche in ogni parte del mondo, dall"Artico canadese alla Siberia russa. Ha superato i 7000 metri in Hindu Kush (Nosaq, Afganistan) e i 6500 metri sulle Ande ( Huascaran, Perù). Col passare degli anni l"interesse scientifico nel campo etnografico ha preso il sopravvento su quello sportivo e Corbellini si é dedicato allo studio delle popolazioni che vivono alla base delle montagne dell"Himalaya e del Karakorum, prima col patrocinio dell"Istituto Geografico Militare, poi nell"ambito del progetto EV-K2 CNR coordinato dal prof. Ardito Desio, come responsabile del settore di geografia umana. Con questo incarico ha raggiunto tutti i campi base dei 14 Ottomila della Terra (Nepal, Tibet, Sikkim, Pakistan) al fine di svolgere uno studio comparativo sulla cultura spirituale e materiale delle popolazioni stanziate nelle vallate di accesso. Tra le opere pubblicate in questo campo vanno ricordate Gli italiani sul tetto del Mondo (I.G.M), Guida al Karakorum (Mursia editore) e Karakorum - Himalaya (Zanichelli editore).

Leggi tutto

StampaEmail

Gustavo Ottolenghi (Medico)

Nato a Torino nel 1932 ha ottenuto la laurea in Medicina e Chirurgia e quindi
numerose specializzazioni. Espletato il servizio militare in Marina, ne fu congedato, dopo alcune missioni navali all"estero, con il grado di Tenente di vascello medico, e si trasferì a Sanremo, ove fu assunto presso il locale Ospedale Civile in qualità di Radiologo. Ottenne quindi la direzione
della Sezione di Radiologia e Terapia fisica come Primario sino al 1989, anno in cui si dimise per cessare l"attività professionale specialistica. Dagli anni Cinquanta ha partecipato, come medico, a numerosi viaggi organizzati dalla “Trekking International" di Beppe Tenti, in Messico presso le tribù
Tarahumara, in Alaska con cani e slitte nella regione del Tasjaq, in Tanzania con l"ascesa al Monte Kilimangiaro, in Nepal raggiungendo il campo base dell"Everest sulla vetta del Kala Pattar, in Asia percorrendo la via della seta con mezzi locali da Venezia a Pechino, nel Sahara Algerino lungo il deserto del Tenerè, l"Egitto e parte della Nubia settentrionale, e ha compiuto il giro completo, per terra, del Mediterraneo. E" quindi entrato a far parte, sempre come medico, delle spedizioni OVERLAND di Beppe Tenti, partecipando a 5 delle 6 edizioni, dal 1996 al 2002. In tutte queste situazioni l"affiatamento che riuscì a ottenere con tutti i membri si trasformò in breve in rapporti di vera, sincera e duratura amicizia, condizione essenziale e indispensabile per il loro buon esito.

Leggi tutto

StampaEmail

  • 1
  • 2